L’italia e il sabato mattina

Sabato, sveglia mattutina, colazione, un  pò di internet, qualche news. All’improvviso una notizia ti riporta alla realtà: il fratello di Angelino Alfano, Alessandro, nominato dirigente alle Poste. Fin qui nulla di strano, pensi “sarà bravo dai”,poi vai a leggere il curriculum e trovi solo consulenze e posti dirigenziali, ma continui a pensare positivo e.. “deve essere un genio”, altrimenti verrebbe da pensare che qualcuno lo abbia aiutato, che nella loro Sicilia gli Alfano abbiano trovato il modo tra consulenze e dirigenze di sistemare il fratellino minore per fargli vivere una vita serena…come quelle della maggior parte degli italiani, deve essere per forza così. Altrimenti non ti spiegheresti come mai molti italiani combattono contro la crisi mentre gli amici degli amici degli amici continuano a vivere nel lusso. Poi ti sorge un altro dubbio, cui non riesci a dare una risposta, che forse il distacco dalla realtà dei politici italiani, che dovrebbero restituirci un pò di serenità e speranza nel futuro, è tanto e tale che non si rendono neppure conto di come è ridotta la povera Italia. Perché altrimenti penseresti che ne sono coscienti e lo fanno ad arte ed allora potresti incazzarti sul serio. Poi ti tornano in mente le parole di Enrico Letta, sentito dire ieri che il lavoro che sta facendo per l’Italia è veramente faticoso…ed in effetti ti viene il dubbio che probabilmente da ragazzo non avresti dovuto studiare ma andare a lavorare nei campi o in miniera per due soldi. Ma quando stai per chiudere tutto arriva il tweet di risposta di Bruno Vespa che ti dice che se non ti piacciono le sue parole, manifesto di un sistema che disgusti, basta cambiare canale. Cambiare canale???? Forse voleva dire cambiare l’Italia, forse ho capito male io, perché altrimenti verrebbe di nuovo da incazzarsi sul serio, perché io in questo paese ci vivo ancora, e non basta cambiare canale per dare un futuro migliore ai miei figli, ridare speranza in un futuro più sereno e tranquillo. O forse bisogna veramente cambiare canale, cercare un posto dove la civiltà sia veramente tale, dove chi governa abbia a cuore le sorti dell’ultimo poveraccio, dove un anziano politico non ricatti il governo per non finire in galera ( e soprattutto dove il governo ed il resto dei politicanti non sia costretto per altri interessi a dar retta al ricatto e ancora riflettere dopo 2 settimane se sottostarci oppure no), dove chiunque per trovare un lavoro debba dimostrare di valerlo, dove non ci siano persone che prendono pensioni da 50000€ e pensionati che devono vivere con 500€!

Bene…ora possiamo iniziare la giornata…sicuro che durante la notte in Italia non è cambiato nulla.